lunedì 20 giugno 2011

Bolle colorate nello spazio e Monster stars



Un'immagine gaia e colorata per iniziare la settimana al meglio, fra due giorni è estate perfino per gli astronomi ;DD, e dobbiamo iniziare a festeggiare, come si usa fin dall'inizio dei tempi. 

Bolle, o anelli di gas e polveri  sono frequenti nella nostra Galassia, ma difficili da trovare.  Questo lo vediamo "immortalato" da due diversi telescopi orbitanti NASA.  Spitzer è un satellite che "vede" soprattuto nel vicino infrarosso, mentre Herschel vede nel lontano infrarosso. 

Che differenza c'e' direte voi? E' che, come abbiamo detto, quando si guarda un oggetto celeste in lunghezze d'onda diverse, anche non di molto come in questo caso, si hanno informazioni diverse. 

Herschel infatti mette in risalto maggiormente le polveri più fredde che stanno proprio ai bordi dell'immagine,  (rosso e giallo nell'immagine in alto a destra), mentre Spitzer mette in risalto  i dettagli dell'anello centrale di polvere, ma non fa proprio vedere quelle più fredde.

L'immagine composta , grande a sinistra, ci dà una panoramica completa. Usare lunghezze d'onda diverse è una tecnica fondamentale oramai in astrofisica, da quando possiamo andare coi satelliti oltre la cortina opaca dell'atmosfera. 

La sorpresa, se si vuole chiamarla così,  è che nella parte sinistra dell'anello, all'interno, si nota un piccolo addensamento bianco. E' una stella in formazione, già molto massiccia almeno 10 volte il Sole, ma che potrebbe diventare alla fine del processo di formazione anche 100 e più volte la massa solare.  Una "stella mostro", insomma, in genere di breve vita, "solo" qualche milione di anni. 















Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento