venerdì 30 agosto 2013

Telescopi del futuro - Magellano



Un bel colpo d'occhio, vero ? è una rappresentazione artistica di come sarà il "Magellano", il prossimo telescopio di grandi dimensioni. Come vedete è costituito da un mosaico di 7 specchi di grandi dimensioni che rimandano la luce a uno specchio, secondario, posto in alto sulla montatura. A sua volta questo rimbalza la luce stessa agli strumenti, attraverso il foro nello specchio centrale. 

Il Magellano, australiano, userà una tecnologia di fusione che è sviluppata dall'Università di Arizona, già collaudata per gli specchi da 8,4 metri del Large Binocular Telescope, LBT, italia-tedesco-americano.

I 7 specchi di Magellano avranno la stessa enorme dimensione di quelli di LBT, un limite oltre il quale non si sa andare attualmente, e anche ha poco senso dato che con elettronica e servomeccanismi i 7 enormi specchi sono sempre perfettamente in asse come fossero un unico da circa 25 metri. 

Nel filmato qui sotto si vedono alcune riprese, uniche, della fusione e lavorazione del secondo dei sette specchi. Teniamo conto che ognuno pesa 20 tonnellate. Si vedono anche le tecniche per il miglioramento delle immagini basate sull'invio di raggi laser nell'alta atmosfera, 50-60 chilometri, che formano immagini stellari artificiali usate per compensare l'agitazione dell'atmosfera che tende a rendere meno puntiformi le immagini stesse. 

Il telescopio andrà ad un'altitudine di 2516 metri sulle Ande Cilene a  Las Campanas nel deserto di Atacama meridionale .

giovedì 29 agosto 2013

Anche Hubble soffre di illusioni ottiche


Mica è tanto facile capire quale è la realtà guardando il cielo. Il punto principale, la difficoltà non superabile a occhio nudo, cioè soltanto "guardando" anche se con il telescopio spaziale Hubble come in questo caso. E' che noi vediamo proiettato sulla cosiddetta volta celeste, una realtà che di dimensioni ne ha (almeno) 3 , un po' come vedere un film sullo schermo: mica sappiamo la distanza vera fra gli attori e a volte possiamo prendere abbagli. 

Questo qui sopra è un tipico esempio: le due galassie sembrano impegnato in uno scontro tremendo, dato che la nana irregolare galassia PGC 16389 - quasi una "nube" di stelle - copre la sua galassia vicina APMBGC 252 125-117. E invece è solo prospettiva, non sono affatto vicine una all'altra e non c'è nessuno scontro.  Ila soluzione è trovare le distanze degli oggetti, uno dei compiti principali, se non il principale, degli astronomi. 

martedì 27 agosto 2013

In morte di una cometa.


Il filmato qui sopra ci da in pochi fotogrammi l'idea di quel che capita alle comete che vanno su un orbita che passa troppo vicino al Sole: ci cadono dentro. (è un piccolo punto luminoso nello "sbuffo" che esce dal Sole verso ore 4)

Questa  è una cometina della famiglia delle Kreutz, che si pensa siano frammenti di una cometa molto grande frantumatasi centinaia idi anni fa. Lo si ricava dalle orbite delle sopravvissute.  Questa in particolare è poco più di un sasso, poche decine di metri di dimensione, e come lei ne cadono dentro il Sole una dozzina o più ogni anno. 

Aspettando la cometa Ison, che passerà dalle pari di Marte il 1 ottobre, consoliamoci con questa.  

lunedì 26 agosto 2013

Marte al Martedì diventa grande così

Domani sera, 27 agosto, Marte sarà al massimo della sua dimensione apparente: grande grosso modo come la Luna. Ecco cosa si vedrà verso le 22 di domani.(Marte è a destra) . Non perdete l'occasione, la prossima volta che Marte sarà così grande sarà solo nel 2287!!


Ogni anno nel mese di agosto, da qualche parte, si rianima questa bufala che, pare, in Italia non abbia preso quest'anno (forse Kazzenger è ancora in ferie) . Su FB impazza all'estero, ma è sempre la solita storia iniziata nel 2003 nel mese di agosto (allora Marte era dalla parte della Terra e se qualcuno ricorda e ha esperienza del cielo risultava un pochino più luminoso del solito). 

La bufala riapparve nel 2005,2006.... 2009. Negli ultimi due anni invece , ahhhhhhh che sollievo, niente. Oggi come oggi il tutto è peggiorato, se mai è possibile, dal fatto che  il 27 agosto, Marte sarà in opposizione (dall'altra parte  del Sole per dirla alla va là che va bene)  rispetto a noi. il più lontano possibile. Se anche si vedesse non sarebbe così :


ma così, con la Luna 500 volte più grande :


mercoledì 21 agosto 2013

Pesare meno e in modo naturale, nuovo metodo.

Non preoccupatevi, non ho deciso di fare quattrini vendendo inaffidabili diete più o meno efficaci. L'unico modo per dimagrire è notoriamente non mangiare...



Quella che vedete qui sopra è la Terra, la nostra Terra, mappata in un modo estremamente preciso ma un po' strano: in ogni punto abbiamo il valore della accelerazione di gravità che, come vedete, cambia bene da luogo a luogo. 

Ora il peso è una forza e, come insegna una delle leggi fondamentali della fisica scoperte da Newton alla fine del 1600, è dato dalla massa corporea per l'accelerazione di gravità.

Le diete attuali, poverelle, si basano tutte sul ridurre il valore della massa facendo fare la fame al/la malcapitato/a.

Oggi non è più necessario, dato che grazie ai satelliti di Esa e Nasa sappiamo benissimo come varia la gravità (qualcuno forse ricorda che "g=9.8"  dalla scuola media) 

Se volete ingrassare un po'  basta andare alla superficie dell'oceano Pacifico, dove l'accelerazione di gravità è l'1% maggiore  che a casa vostra. Quindi se pesate 60 chili peserete 60.6 in un attimo, salvo poi affogare o essere mangiate/i dai pescecani, che tutto sono meno che vegani. 

Se invece volete invece dimagrire, caso più frequente, vi aspetta il Monte Nevado in Perù, il posto dove l'accelerazione di gravità è minima. Lì finalmente arriverete ai tanto desiderati 59 e qualcosa, salvo poi morire di freddo perché è altino come quota. 

Nessuno comunque può dire che il metodo non sia naturale. Trovate nel filmato qui sotto il vostro valore di "g" . 

lunedì 19 agosto 2013

Addio Sole di Mezzanotte, bentornate aurore !


Il Sole di mezzanotte al nord del mondo ha li giorni contati, a settembre se ne andrà. Ma già ora è più debole e soprattutto l'aria è più fredda. Le aurore ricominciano ad apparire. 

Una nuova tecnica di montaggio delle immagini permette ora di avere filmati più realistici. Il verde di questo qui sotto, veramente bello, è reale, il colore dipende infatti (anche) dallo strato di atmosfera interessato dal bombardamento di particelle provenienti dal Sole, buona visione.  

giovedì 15 agosto 2013

Buon Ferragosto!



La notte migliore per guardare il cielo in compagnia. Un bel filmato dalle Canarie. 

mercoledì 14 agosto 2013

50 fatti sul nostro pianeta. Bellissimo per ragazzi/e


earth facts


Metti insieme uno bravo a scovare numeri interessanti e uno bravo a fare un' infografica chiara e accattivante e ne esce questo a cosa qui sotto. Bella,divertente, istruttiva, fa riflettere. Da vedere assieme ai ragazzini/e. Clicca qui per vederlo in dimensioni appropriate. 

Buon ferragosto !