venerdì 16 dicembre 2011

La gioia dell'amore sopravvive....

Non preoccupatevi non mi sono arruolato in qualche strana setta New Age, sto solo parlando di un episodio curioso di questi ultimi 3 giorni che ha spopolato su Twitter, il social di chi se ne intende ;D. (@NASA_SDO) 

Una cometa, come fanno tante altre, decine ogni anno, sembrava nei giorni scorsi doversi schiantare sul Sole in queste ultime ore, eccola qui in un filmato che la ritrae in avvicinamento fino a 90 minuti dallo splashdown mortale.

video

Ed eccola invece che riemerge dalla parte opposta al Sole, dopo averlo "circumnavigato". Grazie alla sua velocità e traiettoria è riuscita a sfuggire alla attrazione gravitazionale e venire quindi "fusa" entro il Sole.

               

Troppo veloce ? Abbastanza, faccio rivedere un singolo fotogramma. 



La cometa, circa 200 metri di dimensioni il suo nucleo, è probabilmente quanto rimane di una molto più grande, "rosicchiata" da diversi passaggi vicino alla nostra stella. Questa volta è passata a soli 135.000 chilometri dalla fotosfera solare, dove ha incontrato temperature bestiali, di migliaia e centinaia di migliaia di gradi. 

Ah già "gioia dell'amore", come mai ? Semplicissimo, è stata scoperta il 2 dicembre scorso da un appassionato australiano, il cui cognome è Lovejoy.....

Una Cometa non fa Natale, però insomma, dai , accontentiamoci.






Nessun commento:

Posta un commento