lunedì 20 febbraio 2012

Tornado, Alaska e razzi

I due eventi che presentiamo oggi sono scorrelati, ma entrambi recentissimi, curiosi e molto scenici

Ecco qui intanto un vero e proprio "tornado" magnetico sul Sole, ripreso dalla sonda NASA SDO nei giorni scorsi. Impressionante no? Le parti più scure, relativamente, sono, sempre molto relativamente, semplicemente meno calde di qualche migliaio di gradi. Si vede benissimo come le eruzioni di materiale siano "guidate" nel loro percorso non solo dalla forza di gravità, la stessa che fa ricadere una palla se la gettiamo in alto, ma anche dai forti campi magnetici che fanno descrivere al gas delle traiettorie ad arco. 




Sono queste eruzioni di energia, più o meno violente come i veri e propri flares, quella sorta di piume di gas incandescente lunghe milioni di chilometri che spesso abbiamo visto su questo blog, che provocano le aurore boreali.

Energia e particelle emesse con violenza dal Sole arrivano infatti ai Poli, dove lo "scudo" del campo magnetico terrestre è più sottile, e cedono energia agli strati alti dell'atmosfera, che a loro volta emettono quindi quelle fantastiche e quasi irreali luci che sono le aurore.

Qui ne vediamo una  veramente buffa, in Alaska. Aurora bellissima e in più un decollo di un razzo sperimentale da una base militare. Un'immagine veramente curiosa. (ingranditela !!)



Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento