mercoledì 24 ottobre 2012

84 milioni di stelle, una a una.

                                 

Utilizzando un'impressionante immagine da nove miliardi di pixel, ottenuta dal telescopio infrarosso per survey VISTA all'Osservatorio di Cerro Paranal  (Cile) dell'ESO, un'equipe internazionale di astronomi ha prodotto un catalogo di più di 84 milioni di stelle, nella zona centrale della Via Lattea. Questa gigantesca collezione di dati contiene un numero di stelle più di dieci volte maggiore rispetto agli studi precedenti e rappresenta un significativo passo avanti per la comprensione della galassia in cui "abitiamo". L'immagine originale, fornibile su richiesta, da a chi la guarda una visuale incredibile, con la possibilità di un eccezionale ingrandimento sulla zona centrale della nostra galassia. È così grande che, se la si stampasse con la risoluzione tipica per un libro, sarebbe lunga 9 metri e alta 7 . 

Quella qui sopra è composta: sopra la immagine in  luce visibile, sotto quella in infrarosso, in cui le sacche di polvere e le stelle "fredde" sono messe nel massimo risalto. 

Qui sotto invece un bel video che ci fa vedere appunto la differenza. Più di mille parole servono esempi come questi per far capire perchè è importante studiare gli oggetti celesti in tutte le lunghezze d'onda.

video

Nessun commento:

Posta un commento