lunedì 16 gennaio 2012

Chi dorme non piglia .... flare

Alle 5 di stamattina probabilmente la stragrande maggioranza di noi dormiva. Non così il Sole, che sbatteva nello spazio una quantità di gas, particelle ed energia grazie ad un flare solare di classe C2, piuttosto intenso in parole semplici. 

Il flare non è diretto verso la Terra e quindi non ne risentiremo (troppo) ma meglio stare in guardia. I primi segni si avranno il 18 prossimo. Ecco qui il filmato ripreso al volo dal satellite Soho. Saluti e auguri per una "calda" settimana. 

video

Per chi vuol guardare i particolari con calma ecco qui l'immagine migliore. 


2 commenti:

  1. Veramente bello!! Ho 2 domande:1)il satellite Soho studia solo i fenomeni superficiali del sole? 2) Ho sentito dire che il sole si starebbe avviando verso una fase prolungata di scarsa attività solare. E' vero? E' una previsione attendibile o sono solo illazioni? E, soprattutto, si conosce abbastanza il sole per poter fare simili previsioni?

    RispondiElimina
  2. Bisogna considerare un fatto, così ovvio che non ci si pensa: il Sole è l'unica stella di cui possiamo vedere compiutamente la superficie e quindi studiarla in ottimo dettaglio.
    SOHO che è una missione congiunta europa USA , ossia ESA e NASA, con i suoi 11 strumenti è in grado di ottenere segnali da tute le componenti de Sole, dal nucleo alla corona.

    Il Sole ha un ciclo di attività abbastanza ben definito di 11 anni in media, la sua attività è in prima battuta, misurata dal numero e estensione delle macchie solari, cui ovviamente corrispondono perturbazioni dell'attività solare (campo magnetico e quindi flares, vento solare etc.)

    in ogni modo occorre dire che il Sole, per nostra sfacciata fortuna, è una stella tremendamente tranquilla rispetto alla media...

    RispondiElimina