venerdì 26 agosto 2011

Che caldo, meglio andarsene su una stella Y marrone.....

Buffo titolo vero? Pero' corretto. Pensiamo alle stelle, giustamente, come palle di gas a temperature enormi, almeno migliaia di gradi alla superficie ed almeno qualche milione al centro, dove c'e' il "motore" della fusione nucleare.


Ma dipende, dipende parecchio dal tipo di stelle. Le O azzurre vanno oltre i 10.000 gradi in superficie e dall'altra parte della sequenza di classificazione delle stelle le nane rosse o le N o S  vanno a veramente poche migliaia di gradi. E poi ?  


E poi entriamo nel regno delle non stelle o quasi stelle o "potevano essere stelle ma non lo sono state". Perché non sono riuscite ad accendere il "motore" della fusione nucleare. Troppa poca massa, troppa poca pressione, al centro temperature poco elevate.


Sono le Nane marroni, o Brown Dwarfs, su cui peraltro non c'e' neppure accordo fra gli astrofisici: se si tratti di stelle mancate o pianeti mal riusciti.


Comunque sia sono oggetti piccoli, compatti e molto "freddi" . Ma freddi quanto quelli trovati dalla sonda spaziale WISE di NASA, osservando nell'infrarosso, non se ne erano mai visti.


Oltre un centinaio di nane marroni di tipo Y, le più fredde, con temperatura massima 175 gradi  e minima, udite udite,  la record-star, a 25 gradi, temperatura perfetta per una vacanza estiva


Ecco qui la stella "findus" , al centro dell'immagine, il minuscolo puntino verde entro il cerchietto.



Ed ecco come se la immagina efficacemente il disegnatore NASA


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento